Sabato 25 e domenica 26 giugno, a BolognaFiere è tempo di Nerd Show, per gli appassionati di videogiochi, fumetti e cultura pop

24 Giu 2022

Sabato 25 e domenica 26 giugno torna Nerd Show, la manifestazione organizzata da BolognaFiere che dal 2018, anno della prima edizione, si è imposta nel panorama nazionale come uno degli eventi più attrattivi del settore. Un vero e proprio show che consente di immergersi per due giornate in 35mila metri quadrati di cultura pop, declinata in tutte le sue espressioni più divertenti, fantasiose e creative, con divagazioni che intersecano il mondo della fantascienza, delle icone del cinema comico italiano, dei meme dei social, degli influencer più seguiti, del modellismo e del fumetto.

L’interesse per questi temi continua ad essere molto elevato, come dimostrano i numeri della manifestazione, che nel 2020 coinvolse oltre 36mila spettatori, con una crescita del 20% rispetto alla precedente edizione.

Fiore all’occhiello di Nerd Show è la più grande artist alley mai allestita in Italia: oltre 120 autori – professionisti di fama nazionale e internazionale -, che lavorano per le case editrici più prestigiose: Marvel Comics, DC Comics, Bao, Bonelli, Image, Zenescope, Shockdom, Bugs, solo per citarne alcune. Il pubblico può così incontrare a BolognaFiere artisti della levatura di Paolo Barbieri, Giuseppe Camuncoli, Stefano Landini, Simple&Madama, Marco Mastrazzo e Giuseppe Palumbo.

Nerd Show ospita, poi, un’enorme Gamers Arena di 6.500 metri quadrati, in cui convivono i videogiochi di ieri e di oggi: si va dai Commodore 64 sino ai cabinati arcade, per arrivare alle piattaforme di ultima generazione che utilizzano l’intelligenza artificiale. Ad attendere i visitatori, decine di tornei di tutti i tipi, per giocare anche con i titoli diventati dei classici senza tempo: da Pac-Man a Space Invaders, da Super Mario a Tekken, sino al più recente Fortnite.

L’area Bricks, dedicata agli intramontabili mattoncini, si estende su 3mila metri quadri (l’equivalente di quindici campi da tennis) ed è popolata da costruzioni e città realizzate dai migliori artisti italiani del settore. Chi non vuole limitarsi a guardare ha a disposizione uno spazio dove mettersi all’opera.

A queste attrazioni si aggiungono un’area dedicata alla fantascienza, eventi a tema cosplay e un settore riservato al modellismo: qui, in particolare, la mostra a cura di Gunpla Builders Veneto permette di osservare da vicino gli spettacolari custom models, ovvero gli artisti che lavorano dal vivo, e di partecipare ai laboratori aperti a tutti i bambini.

Ricchissima e in pieno stile nerd anche l’area commerciale, dove si possono acquistare gadget, fumetti, action figures, funko pop, accessori per cosplay, giochi da tavolo, videogiochi, retrogaming etc.

Oltre ad essere sinonimo di gioco e divertimento, Nerd Show rappresenta anche un’occasione straordinaria per incontrare alcuni dei personaggi più seguiti dal pubblico. Tra i numerosi ospiti nazionali e internazionali, spicca il nome di Hirohiko Shoda, alias Chef Hiro, ambasciatore per eccellenza della cucina giapponese in Italia e star dei social (su Facebook è seguito da 459mila persone). Per non parlare di Anna Mazzamauro, attrice teatrale e comica, che a Nerd Show è protagonista di un talk sulla saga di Fantozzi, dove resta indimenticabile la sua “Signorina Silvani”. Nella prima giornata si può dialogare con l’irriverente doppiatore Fabio Celenza, portato alla ribalta prima dal web e poi da programmi come “Propaganda Live” di La7, per la capacità di interpretare il labiale delle celebrità facendole parlare in abruzzese: irresistibile il suo personalissimo doppiaggio di Mick Jagger. Il menù di sabato 25 si chiude con il concerto di Cristina D’Avena, voce amatissima delle sigle più famose dei cartoni animati.

Domenica 26 arrivano a BolognaFiere il noto doppiatore Luca Ward, voce di Russell Crowe nel kolossal “Il gladiatore”, e i performer Giorgio Vanni e Andrea Agresti, che si esibiscono nello spettacolo “La Iena e il Drago”, dedicato alle sigle dei cartoni animati degli anni Settanta e Ottanta.

Infine, sia sabato che domenica partecipano al Nerd Show Giovanni Muciaccia, volto del programma televisivo cult “Art Attack”, e l’ingegnere ungherese András Arató, conosciuto come Hide The Pain Harold, le cui espressioni sono state rese note dai meme sul web.

Imperdibile, per qualità e originalità, la consegna, sabato 25 giugno, del premio “Voci Animate – La Musa d’Oro”, rivolto ai migliori doppiatori di cinema, serie tv e cartoon.

Vai sul sito di Nerd Show