OBUV’ MIR KOZHI: SONO ITALIANE LE CALZATURE PREFERITE DAL MECATO RUSSO

Apr 2, 2021

Si è conclusa a Mosca, con forte soddisfazione dei calzaturifici italiani presenti, l’edizione primaverile di OBUV’ MIR KOZHI: sono stati circa 4.500 gli operatori professionali in visita nelle quattro giornate di esposizione e 110 gli espositori, di cui ben 50 italiani rappresentativi del made in Italy calzaturiero. 

La seconda edizione di OBUV’ MIR KOXHI, realizzata con il format innovativo che ha permesso lo svolgimento in presenza dell’evento fieristico, l’unico all’estero in questi mesi (nell’impossibilità per gli operatori di viaggiare), ha dimostrato il valore dell’iniziativa che ha portato in Russia i campionari dei calzaturifici nazionali mettendo a disposizione delle imprese personale russo qualificato negli stand e, ai produttori, la possibilità di affiancare le trattative commerciali online, potendo interloquire con i buyer presenti a Mosca. 

Con l’organizzazione di OBUV’ MIR KOXHI, BolognaFiere e Assocalzaturifici hanno dato un importante contributo alla ripresa dell’export delle calzature italiane in Russia, testimoniato anche dal numero delle imprese italiane che hanno creduto nell’evento, pur in una situazione estremamente delicata come quella attuale, caratterizzata dal protrarsi dell’emergenza pandemica che persiste su scala internazionale, da oltre un anno. 

“L’auspicio per l’edizione autunnale di OBUV’ MIR KOZHI – ha dichiarato Antonio Bruzzone, Direttore Generale BolognaFiere – è, ora, veder ulteriormente incrementata la presenza delle aziende italiane all’evento, che supporteremo con il massimo impegno per attivare le migliori condizioni di incontro con i buyer. Naturalmente, al contempo, ci auguriamo che, con il progredire delle campagne vaccinali, ci siano i presupposti per la presenza fisica a Mosca e per la ripresa dell’attività fieristica. Questo ultimo anno di sospensione dell’attività espositiva, in Italia e all’estero, ha evidenziato la valenza strategica delle fiere per l’export delle nostre filiere industriali che abbiamo cercato di supportare con nuovi format digitali”. 

“L’esito positivo di questa manifestazione – spiega Siro Badon, Presidente di Assocalzaturifici – è un segnale incoraggiante per l’auspicata ripresa dell’export in Russia, un mercato da sempre strategico per le nostre aziende e per il made in Italy. calzaturiero. Come per Obu’v Mir Kozhi, la nostra associazione continua il suo impegno supportando le imprese nell’internazionalizzazione e nella penetrazione dei mercati esteri grazie alla partecipazione alle fiere mondiali che rappresentano una opportunità insostituibile per entrare in contatto con i buyer locali e ampliare il raggio d’azione del proprio business”. 

Appuntamento a Mosca per OBUV’ MIR KOZHI dal 19 al 21 ottobre 2021.