BOLOGNAFIERE REGISTRA IL MIGLIOR BILANCIO DELLA SUA STORIA

Il Cda di BolognaFiere ha approvato il progetto di Bilancio 2018

  • BolognaFiere registra il miglior bilancio della sua storia
  • Fatturato a 170,8 milioni di euro: +35,5%
  • Ebitda a 36,5 milioni di euro: +46,6%
  • Utile netto a 10,9 milioni di euro: +22,5%

Le strategie di investimento sul territorio e l’espansione internazionale guidano il dinamismo della Società

Le direzioni di sviluppo degli ultimi anni hanno condotto BolognaFiere al miglior bilancio della sua storia appena esaminato dal Consiglio di Amministrazione.

In dettaglio, i risultati economico finanziari relativi all’esercizio 2018 vedono il fatturato consolidato a 170,8 milioni di euro, in crescita del 35,5% rispetto ai 126 milioni di euro del 2017, (+29% rispetto ai 132,4 milioni di euro del 2016, anno di raffronto per il consueto avvicendarsi di manifestazioni a cadenza biennale).

L’importante crescita del fatturato del 2018 è stata generata grazie al contributo positivo di tutte le società del Gruppo per 15 milioni di euro e agli addizionali 30 milioni di euro relativi alle acquisizioni dello scorso anno fra le quali il Gruppo GiPlanet conclusa a marzo e il Gruppo Health & Beauty ad agosto 2018.

La quota di fatturato realizzata all’estero nel 2018 conferma la posizione di BolognaFiere come primo Gruppo in Italia per ricavi realizzati sui mercati internazionali con percentuale del 25%.

Gli eventi complessivi all’estero sono stati oltre 30 in particolare in Russia, Asia, Nord America ed Europa.

L’Ebitda si è attestato a 36,5 milioni di euro, in aumento del 46,6% rispetto ai 24,9 milioni di euro del 2017 (+72,1% rispetto ai 21,2 milioni di euro del 2016) raggiungendo una notevole incidenza sul fatturato con il 21,3%.

L’utile netto consolidato supera per la prima volta i 10 milioni raggiungendo i 10,9 milioni di euro, in crescita di circa il 22,5% rispetto al 2017 (più che raddoppiato rispetto ai 4,8 milioni del 2016).

La Posizione finanziaria netta si è attestata al 31 dicembre 2018 a 39,3 milioni di euro con un’incidenza sull’Ebitda di Gruppo pari a 1,1 volte.

«Il 2018 rappresenta un anno particolarmente significativo perché chiudiamo il miglior bilancio della storia di BolognaFiere con tutti gli indicatori in crescita significativa, confermando l’andamento positivo degli ultimi anni che chiude un primo triennio dedicato al consolidamento delle attività sul quartiere di Bologna e nel settore della cosmetica a livello mondiale.» Ha dichiarato Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere, che prosegue: «questi risultati testimoniano la validità delle scelte strategiche prese dal Gruppo che ci consentono di pianificare per i prossimi anni una serie di interventi tesi, ancor più, ad accelerare da un lato, lo sviluppo organico di tutte le società del Gruppo, dall’altro la crescita per linee esterne con ulteriori importanti acquisizioni.

In merito a questo straordinario 2018, sul fronte industriale, i driver di sviluppo sono anzitutto il rinnovo e il prolungamento di tutti i contratti con le fiere indirette e la continua crescita di quelle dirette che hanno consentito alla Società – e alla città di Bologna – di continuare ad essere al centro di manifestazioni di rilievo nazionale e internazionale. Il territorio non può che beneficiare dall’ampliamento del quartiere di Bologna che prevede investimenti per 138 milioni di euro entro il 2024.

Anche i mercati internazionali hanno rappresentato un importante driver per la crescita del Gruppo nell’ultimo anno, in particolare attraverso Cosmoprof con cui abbiamo consolidato la presenza in Estremo Oriente così come, grazie all’acquisizione di Health & Beauty, in Europa portando complessivamente il fatturato estero al 25% dei nostri ricavi.

Infine, la maggiore articolazione del business ha portato un migliore equilibrio con un’offerta integrata che vede, con l’acquisizione del Gruppo GiPlanet, il settore degli allestimenti e dei servizi raggiungere un contributo al fatturato consolidato del Gruppo del 20%.

Grazie al lavoro fatto in particolare negli ultimi anni, BolognaFiere è oggi un asset significativo per la Città di Bologna, una società con profonde radici nel territorio – in cui continuiamo ad investire per il rinnovamento delle nostre infrastrutture con tre nuovi padiglioni, a conferma della sua centralità nei piani di sviluppo del Gruppo – e con una spiccata propensione internazionale, un unicum nel settore fieristico italiano”.

***

Corporate Media Contacts
Weber Shandwick | Advisory
Giorgio Catalano                      
+39 334 6969275
gcatalano@advisorywebershandwick.it

Arianna Bonfioli
+39 335 611 1390
abonfioli@advisorywebershandwick.it

Indietro

Avanti