Aspettando Autopromotec: dal 25 al 28 maggio a BolognaFiere la biennale dell’aftermarket automobilistico

4 Mag 2022

Per quattro giorni, dal 25 al 28 maggio, Bologna sarà la capitale mondiale dell’aftermarket automobilistico. Più di 1.300 espositori e oltre 100.000 visitatori attesi da tutto il mondo arriveranno nei padiglioni di BolognaFiere per la 29esima edizione di Autopromotec, la più specializzata rassegna espositiva internazionale di prodotti e attrezzature per l’autoriparazione.

“Una grande fiera internazionale nel 2022 non è solo il luogo dove si espongono le innovazioni tecnologiche, ma è anche un’arena nella quale si confrontano i trend, si traccia il percorso verso il futuro mettendo insieme tutte le tessere di un puzzle che i vari protagonisti hanno composto. Ecco perché il ritorno delle grandi fiere in presenza è e rimane un momento imprescindibile per lo sviluppo dei settori rappresentati. Questo è ancora più vero nel comparto automotive che è uno dei grandi settori dove si effettua la ricerca di base che ha ampie ricadute sulla società. Una per tutti: la riduzione delle emissioni e l’ecosostenibilità”, afferma Renzo Servadei, Amministratore Delegato di Autopromotec.

L’evento, dalla cadenza biennale, rappresenta una grande vetrina internazionale di prodotti e servizi e costituisce per tutto il settore del post-vendita automobilistico un importante momento di aggiornamento tecnologico e professionale, tramite esposizioni, workshop, incontri e convegni creati ad hoc.

“Siamo felici di ospitare nei nostri padiglioni la più specializzata fiera internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico – afferma Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere – e di consentire a operatori e imprese di conoscere nuovi prodotti e servizi, di incontrarsi, fare business e aggiornarsi. Autopromotec ha oltre cinquant’anni di esperienza alle spalle: quando un evento ha una storia così lunga, significa che è radicato e voluto fortemente non solo dal settore, dai costruttori e dagli utilizzatori, ma anche dal territorio, cuore della Motor Valley e sede di eccellenze industriali e manifatturiere conosciute in tutto il mondo. Anche per queste ragioni, dopo due anni sofferti, ripartiamo insieme in presenza con entusiasmo e diamo il benvenuto a questo evento biennale che conferma il ruolo di Bologna capitale delle fiere automotive”. 

Autopromotec è stata presentata il 4 maggio 2022 nella sede dell’Ascom Confcommercio di Bologna dove il Direttore Generale Giancarlo Tonelli ha fatto gli onori di casa e dove è intervenuto anche il delegato alla destinazione turistica metropolitana, Mattia Santori. La manifestazione rappresenta infatti una grande opportunità anche per la città di Bologna: secondo una stima dell’Osservatorio Autopromotec, l’edizione 2019 della rassegna ha generato un indotto sulla città emiliana di oltre 35 milioni di euro. Una cifra record che è entrata nelle casse della città – tra hotel, ristoranti, bar, negozi e taxi – calcolata tenendo conto delle spese medie sostenute da visitatori ed espositori durante i giorni della Fiera. E per l’edizione 2022 le attese sono più che positive, confermando la kermesse come volano di grande importanza per l’economia del territorio bolognese.Il successo e l’attrattività della manifestazione sono indubbiamente favoriti dalla posizione baricentrica di Bologna e del suo quartiere fieristico, che facilita la copertura dell’intero territorio nazionale e ha reso Bologna la capitale delle fiere automotive, anche grazie al fatto di essere nel cuore di un territorio unico e inimitabile per la sua lunga tradizione motoristica. A ciò si aggiunge il fatto che il made in Italy e l’Italia hanno una accresciuta capacità di attrazione a livello mondiale in un settore di grande importanza per l’economia come l’aftermarket automobilistico. Si tratta di un settore infatti che costituisce da sempre un caposaldo della manifattura italiana e rappresenta un’eccellenza industriale che esporta in tutto il mondo.

Leggi di più su autopromotec.com